Investire nei metalli preziosi

Chi lavora nel mondo della finanza si ritrova spesso ad ascoltare novità che riguardano gli investimenti nei metalli preziosi, un business legato ad oggetti o materiali che molte persone non appartenenti al settore ignorano.

Da diverso tempo investire nei metalli preziosi  è diventato un trend molto gettonato: grandi istituti finanziari, piccole società di intermediazione e diversi operatori del settore finanziario sono sempre più attratti dal mercato dei metalli preziosi, con le relative azioni e i relativi prodotti finanziari.

 

Come investire nei metalli preziosi

Investire nei metalli preziosi è una scelta che può essere effettuata in vari modi:

  • tramite l’acquisto fisico di beni (ad esempio i classici lingotti)
  • tramite l’acquisto di monete d’oro (es Krugerrand)
  • tramite operazioni con i titoli derivati

Si possono ad esempio acquistare presso le banche di credito o presso degli istituti specializzati dei lingotti o dei quantitativi fisici di materiali preziosi, con il pro di poter toccare con mano il proprio acquisto ed il contro di dover avere un posto sicuro dove metterlo, tipicamente delle casseforti oppure le cassette di sicurezza in banca.

Oro, petrolio e altre materie prime, vengono anche quotate sui mercati azionari, e molte piattaforme online offrono la possibilità di sfruttare l’andamento delle quotazioni per raggiungere il guadagno di cifre piuttosto consistenti.

I metalli preziosi si possono sia acquistare fisicamente sia virtualmente acquistato i loro titoli derivati oppure investendo in aziende che siano direttamente coinvolte.

I dubbi che circondano la possibilità di investire nei metalli preziosi, riguardano principalmente le oscillazioni del loro valore, una realtà molto nota a chi investe.
Per evitare dunque potenziali rischi sarebbe opportuno reperire quante più informazioni è possibile, in modo da essere pronti ad affrontare un settore tanto affascinante e proficuo quanto complesso e da non sottovalutare.

Investire nei metalli preziosi significa provare a mettere al sicuro i propri capitali dall’inflazione, infatti sono anche chiamati “beni di rifugio” e potrete infatti notare come il loro valore tenda a crescere in modo significativo durante i periodi di crisi economica.

 

Quotazione storica dell'oro (in once)

(esempio della crescita del valore dell’oro, dal 2004 ad oggi)

C’è da considerare, che in ambito finanziario, la politica monetaria adottata per combattere la recessione ha causato molte volte un’inflazione delle valute e un conseguente aumento del valore dei metalli preziosi, usati proprio come beni di rifugio durante le crisi economiche.

Ad esempio, la mancanza di fiducia verso il dollaro ha causato una svalutazione delle monete ed un aumento dei prezzi dei beni, mentre i metalli preziosi generalmente continuano ad aumentare di valore.

Investendo nei metalli preziosi, è opportuno quindi fare attenzione alla volatilità dei prezzi, causati principalmente da fattori economici quali ad esempio la recessione, e la scoperta di grossi giacimenti con un conseguente aumento dell’offerta e ad un calo dei prezzi.

 

I principali materiali preziosi

I metalli più gettonati per gli investimenti sono:

  • oro
  • argento
  • platino
  • palladio
  • rodio
  • rame

 

Oro

L’oro è attualmente un materiale prezioso per l’industria dell’elettronica, grazie alle sue proprietà di conduttore, di resistenza alla corrosione e di stabilità chimica. Ma soprattutto è famoso per il suo valore economico e per l’utilizzo diciamo “ornamentale”. Scopri di più su come fare trading acquistando Oro.

Argento

L’argento è un materiale molto importante nel settore dell’industria poiché si tratta del materiale con la più alta conducibilità elettrica, ed è il metallo che possiede la più alta conduttività termica. Scopri come investire nell’argento.

Platino

Il platino è un metallo prezioso spesso usato nelle apparecchiature mediche, in alcune componenti di automobili, e di computers.

Palladio

Il palladio è un metallo utilizzato per la produzione delle marmitte catalitiche, poiché è in grado di resistere a temperature estreme e all’ossidazione. Il palladio viene usato anche in diverse applicazione come ad esempio la potabilizzazione dell’acqua, o per raffinare oli e gas naturali. Scopri di più su come investire nel Palladio.

i 17 Metalli delle terre rare

Ma anche i cosiddetti “metalli delle terre rare” sono sempre più importanti per l’industria elettronica che si impegna tramite queste materie prime a produrre notevoli innovazioni tecnologiche.

Quindi, elementi come il Lantanio (La), Cerio (Ce), Praseodimio (Pr) e Neodimio (Nd) sono utilizzati molto spesso nella produzione di telefoni cellulari, chip di memoria per computer, ma anche macchine fotografiche, lettori mp3, applicazioni militari e di difesa, visori notturni, armi a guida di precisione e per la tecnologia “Stealth”. Scopri anche il Rodio.

 

E’ molto importante, prima di investire nei metalli preziosi, andare alla ricerca di un valido broker in grado di aiutare il trader ad investire con idonei strumenti e con le più opportune modalità.

Pronto per iniziare? Ecco un conto demo per partire in sicurezza

Testa le tue capacità, apri ora un CONTO DEMO

Il tuo capitale è a rischio, ricorda di consultare termini e condizioni dell'offerta

Che ne pensi? Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *