RSI: simula la formula e scarica un modello excel

L’RSI (Relative Strength Index) è un valore che oscilla tra 0 e 100 ed indica la forza degli acquisti/vendite (se volete conoscerlo meglio iniziate leggendo il nostro approfondimento sull’indicatore RSI) ed è rappresentato nei grafici da una curva i cui valori sono dati dalla seguente formula matematica:

RSI = 100 – 100 / (1 + (Guadagno medio / Perdita media) )

Dove perdita media e guadagno medio sono dati dalla somma delle differenze tra le chiusure dei singoli periodi, ed il numero di periodi è una variabile scelta da voi, solitamente per default pari a 14.

Alla fine di questo articolo potrete scaricare un file Excel per simulare il comportamento dell’RSI, ma per comprenderne a fondo il comportamento, vediamone un esempio dettagliato.

Partendo dalla lista delle ultime 14 differenze registrate del valore dell’asset scelto (si calcolano le differenze tra i valori di chiusura):

  • 5
  • 8
  • -2
  • -7
  • 12
  • 6
  • -2
  • 11
  • -7
  • -16
  • 32
  • 9
  • 12
  • -1

A questo punto possiamo calcolare facilmente i valori di guadagno medio e perdita media, che vengono calcolati al seguente modo:

Guadagno medio = (5+8+12+6+11+32+9+12) / 14 (sommo solo le differenze positive e divido per il numero di periodi scelto)

Perdita media = (2+7+2+7+16+1) / 14 (sommo solo le differenze negative e divido per il numero di periodi scelto)

Applicando questa formula per ogni momento, possiamo ottenere quindi i diversi valori RSI e realizzare la curva che rappresenta le oscillazioni dell’indicatore RSI

 

RSI: Download file excel

Come promesso arrivati a questo punto ecco il link per effettuare il download di un file excel con una simulazione del comportamento dell’RSI.

Dopo aver scaricato il file potete provare a modificare i valori e adattarlo al vostro asset per capire come si comporta l’indicatore.

 

Ma oltre alla matematica, qual è il significato della formula dell’RSI?

Per capire meglio come si comporta l’indicatore RSI, provate a pensare ai 2 casi opposti: se le differenze sono tutte positive il risultato di questa formula è che l’RSI tende a 100, viceversa se le differenze sono tutte negative allora tenderà a 0.

Tutto questo con una velocità dipendete dalla forza del trend (ossia in base alle differenze, che più sono forti e maggior velocità avrà il trend)

Vi consigliamo di provare ad apportare delle modifiche al file Excel per capire a fondo come funziona.

RSI esempio di Relative Strength Index

Pronto per iniziare? Ecco un conto demo per partire in sicurezza

Testa le tue capacità, apri ora un CONTO DEMO

Il tuo capitale è a rischio, ricorda di consultare termini e condizioni dell'offerta

Che ne pensi? Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *